Progetto sailing: un viaggio digitale per affrontare la crisi

Un indice per misurare la capacità di resilienza delle aziende (Business Resilience Index), è il risultato del progetto Sailing che ha coinvolto più di 20 aziende del territorio torinese e piemontese, tra cui Gruppo SCAI. Il BRI rivela la capacità di un’organizzazione di moderare gli effetti dei rischi e dell’incertezza, traendo vantaggio da nuove opportunità. Per Gruppo SCAI, la partecipazione attiva di Marco Zucchini. 

Smart working, smart leadership, smart selling, open innovation e smart production: sono le aree tematiche individuate dal progetto Sailing, sotto l’egida di Torino Wireless, organizzato in partnership con 3 competence leader, tra cui Fondazione Ambrosetti, e finanziato da Fondirigenti. Gruppo SCAI è tra le 28 aziende coinvolte, provenienti da industria e servizi, per un confronto post-pandemico con l’obiettivo di individuare buone pratiche e basi concrete per un nuovo modello basato sulla digitalizzazione. 

1500 ore, più di 10 meeting virtuali, durante i quali i manager impegnati nel percorso, si sono scambiati idee per valorizzare i propri punti forza che aprono il viaggio della ripresa e della resilienza. Un percorso di confronto e co-progettazione di processi, metodi organizzativi e soluzioni tecnologiche dedicato alle aziende di tutti i settori industriali e dei servizi, comprese le imprese ICT.  Una digital collaboration tra piccole, medie e grandi imprese piemontesi. 

I manager delle aziende partecipanti hanno condiviso competenze ed esperienze su organizzazione del lavoro da remoto; leadership come nuova cultura manageriale; evoluzione dell’esperienza d’acquisto e di vendita; open innovation; smart production.

Nella prima fase del progetto i gruppi di lavoro hanno fatto emergere i bisogni e le priorità del periodo pandemico. Nella seconda sono passati, con i laboratori virtuali e il successivo “living lab”, alla costruzione collaborativa del Modello di Resilienza e del BRI

Dei cinque focus tematici del questionario sviluppato con le imprese sia manifatturiere che di servizi, i punteggi medi più elevati li ha ottenuti lo Smart Working. Tutte le imprese si sono rapidamente adattate a questa modalità di lavoro di autonomia operativa, comunicazione e collaborazione, proattività e work management, che la pandemia ha accelerato. L’Open Innovation è invece il focus che ha registrato punteggi medi più bassi. In Italia, infatti, è emersa una diminuzione degli investimenti sull’innovazione rispetto alla media UE. Inoltre, sul tema della Leadership, è emersa una generale volontà di miglioramento verso l’introduzione di stili di leadership capaci di anticipare il cambiamento.

In un periodo storico-economico tanto complesso, il confrontarsi con realtà importanti nel territorio, anche a livello multinazionale, ha rappresentato per il nostro Gruppo un’occasione di scambio distintiva – Spiega Marco Zucchini, Corporate Business Solutions Director di Gruppo SCAI – La partecipazione ai laboratori, attraverso strumenti di Digital Collaboration, mi ha permesso di fare luce sull’esperienza di SCAI in relazione ai focus tematici individuati per il percorso ma soprattutto di portare in azienda l’opportunità di far evolvere i processi e modelli di business in una chiave condivisa, dal punto di vista del territorio e grazie ad un’analisi eterogenea”.

Notizie

05/08/2021
Loading…
Loading…