Storie di successo

“A World Of Potential” presso le Procuratie Vecchie di Venezia

sviluppo software exhibit

fornitura e installazione hardware

Partecipazione, inclusione e sviluppo del potenziale umano sono gli obiettivi di A world of Potential, la mostra interattiva alle Procuratie Vecchie di Venezia allestita da ETT.

Il progetto di recupero delle Procuratie è stato commissionato da Generali allo studio David Chipperfield Architects Milano per accogliere The Human Safety Net, la fondazione umanitaria del gruppo.

La mostra è frutto di un lavoro trasversale con diverse prospettive e competenze di valore in cui l’ospite incontra prima di tutto se stesso. Il visitatore viene ingaggiato a divenire “hub” di The Human Safety Net (THSN), la Rete di Generali con la mission di liberare il potenziale delle persone che vivono in condizioni di vulnerabilità affinché possano migliorare le condizioni di vita delle loro famiglie e comunità. È proprio a questo livello che a Venezia con THSN si è lavorato sui temi dell’inclusione sociale e del potenziale umano, concept sottesi a tutta la mostra.

Grazie a sistemi multimediali ad hoc, gli spazi si configurano come luogo dell’interazione e della condivisione: poter accedere è la parola d’ordine che guida i partecipanti visitatori nella sfida principale della mostra, acquisire consapevolezza di sé in termini di perseveranza, creatività, speranza, leadership, gratitudine, spirito di squadra. I percorsi di visita delle Procuratie sono studiati per essere affrontati secondo i ritmi preferiti dal singolo visitatore; ci sono spazi per soste, dove mangiare, chiacchierare o, comunque, rimanere.

All’ingresso viene consegnato un ticket polivalente, vera e propria Carta di Viaggio, munito di sensori NFC (contactless) che comunicano con tutte le sezioni di A World of Potential. Una dopo l’altra, 16 machine à montrer interative permettono al visitatore di mettersi alla prova, toccare, muovere, sperimentare. La tecnologia invisibile accompagna e coinvolge, dando concretezza agli intangibili temi dell’inclusione sociale e del potenziale umano.

Un’esperienza coinvolgente e interattiva per comprendere e connettersi con il proprio potenziale, imparando a riconoscere il valore degli altri esseri umani che ci circondano.

“La tecnologia – spiega Giovanni Verreschi, a.d. di ETT – nell’ambito della mostra è presente dove necessario e il suo utilizzo va di pari passo all’idea di “accessibilità” che definisce la cornice semantica dell’evento. Al suo interno essa riveste, dunque, un ruolo d’altra parte importante nel garantire quell’esperienza di partecipazione degli ospiti delle Procuratie Vecchie tanto sottolineata e auspicata dagli autori. Gli oggetti esposti, infatti, risultano ingaggianti e provocano il visitatore a interagire per scoprire i diversi lati della propria attitudine verso la realtà. Siamo orgogliosi dell’opportunità avuta di collaborare per il progetto “A World of Potential” con Generali, data la visione lungimirante da parte della Committenza anche in merito agli aspetti tecnologici, richiesti non tanto per costituire una voce diversiva quanto, piuttosto, per integrarsi all’interno di un’iniziativa che come prima finalità si è posta quella di riscoprire l’umano, facendo incontrare l’uomo a se stesso”.

Allestimenti Multimediali

Technical Expertise

Application Configuration

ETT S.p.A. Digital Strategy & Design
ETT uses design, storytelling and cutting-edge technology to create unique experiences and to establish a connection between places and people using immersive experiences. The company designs IT systems and creates and manages vast quantities of data from complex sources.
ETT S.p.A. Digital Strategy & Design
Find out how ETT has revolutionised the experience of visiting museums and cultural attractions using innovative digital strategies.
Info
Loading…