La Storia del Gruppo SCAI

Con un presidio nazionale capillare e consolidato, e una presenza distintiva di respiro europeo, il Gruppo SCAI è oggi un ‘network di impresa’ costituito da 15 aziende controllate.

La Storia del Gruppo SCAI

Con un presidio nazionale capillare e consolidato, e una presenza distintiva di respiro europeo, il Gruppo SCAI è oggi un ‘network di impresa’ costituito da 15 aziende controllate.

La Storia del Gruppo SCAI

Con un presidio nazionale capillare e consolidato, e una presenza distintiva di respiro europeo, il Gruppo SCAI è oggi un ‘network di impresa’ costituito da 15 aziende controllate.
1973
L’esordio risale al 1973, a Torino, grazie all’idea e alla competenza di quattro giovani ingegneri, pronti a esplorare il mondo emergente dell’informatica, che ai tempi muoveva i primi passi nell’ambito dei sistemi mainframe.

ANNI ’80

L’originario nucleo aziendale prende il nome di consulenza aziendale per l’informatica SCAI e nel 1981, sull’onda dello sviluppo dei primi linguaggi di programmazione e dei nuovi sistemi operativi, diventa ufficialmente SCAI SpA.
Fin da subito si configura come una public company ad azionariato diffuso e progressivamente si struttura come un’azienda in crescita dal punto di vista del personale e delle opportunità, grazie all’espansione del mercato e all’affermarsi della civiltà digitale. L’attività, concentrata soprattutto su progetti nel settore finance, si sviluppa a partire da Torino ma anche in altre regioni come Liguria, Emilia-Romagna, Lazio.

ANNI ’90
Agli albori dell’era dei personal computer e della diffusione dei nuovi sistemi informativi, il 1991 traccia un passaggio importante per la storia di SCAI, con l’entrata nel capitale sociale da parte di SAI.
Grazie a questo importante socio industriale, l’azienda acquisisce una struttura più formale e solida, non solo dal punto di vista burocratico ma anche sostanziale; viene definita un’immagine esterna, con un value proposition commerciale in evoluzione.”
PRIMI ANNI 2000
È tra la fine del XX secolo e l’inizio del nuovo millennio, con l’avvento delle nuove tecnologie legate alla rete internet e ai sistemi web oriented, che comincia a prendere forma il Gruppo con un percorso di sviluppo sia di natura organica che per acquisizioni.
Nel corso degli anni 2000 infatti l’azienda sperimenta una forte accelerazione e intraprende una strategia di crescita per linee esterne, caratterizzata soprattutto dall’integrazione di realtà che arricchiscono il know-how e l’offering di SCAI. Dopo le prime incorporazioni di piccole realtà aziendali del torinese, la prima vera acquisizione avviene con la veneta Euro CS.
2008 E OLTRE
Il periodo tra il 2008 e il 2015 rappresenta una fase di forte spinta all’innovazione, sia tecnologica che strutturale. In linea con questa riorganizzazione interna, nel 2010 viene creata la Holding, come entità di coordinamento, rappresentanza e supporto centralizzato alle controllate, ormai presenti in più regioni italiane. Inoltre nel 2013 vengono costituite, a partire dalla struttura interna, SCAI Finance e SCAI Consulting e vengono acquisite Technosphera, Connect, IT Euro Consulting.
Nel frattempo, l’ingresso di SCAI Lab, con sede in Calabria, rappresenta la prima concreta esperienza grazie alla quale SCAI lavora sui progetti finanziati, incrementando internamente il fabbisogno di un servizio continuativo a supporto di queste opportunità, così come, i bandi di gara e i progetti europei. Per rispondere a queste esigenze, comincia a svilupparsi l’entità della Business Solutions che ad oggi include anche l’unità responsabile delle operazioni di M&A e l’Ufficio Legale.
OGGI
Il 2018 segna un trend di crescita sia dal punto di vista della differenziazione del mercato sia con obiettivi di fatturato. L’acquisizione di nuove aziende (come DOOH.IT, AXOT, SYNTEG, FAST, PUNTOIT) permette di raggiungere i traguardi economici ma anche arricchire il Gruppo con competenze verticali e con elementi fortemente innovativi attraverso una sempre maggiore attenzione al brand e alla comunicazione.
“L’esordio risale al 1973, a Torino, grazie all’idea e alla competenza di quattro giovani ingegneri, pronti a esplorare il mondo emergente dell’informatica, che ai tempi muoveva i primi passi nell’ambito dei sistemi mainframe.”
“L’originario nucleo aziendale prende il nome di CONSULENZA AZIENDALE PER L’INFORMATICA SCAI e nel 1981, sull’onda dello sviluppo dei primi linguaggi di programmazione e dei nuovi sistemi operativi, diventa ufficialmente SCAI SpA.Fin da subito si configura come una public company ad azionariato diffuso e progressivamente si struttura come un’azienda in crescita dal punto di vista del personale e delle opportunità, grazie all’espansione del mercato e all’affermarsi della civiltà digitale. L’attività, concentrata soprattutto su progetti nel settore finance, si sviluppa a partire da Torino ma anche in altre regioni come Liguria, Emilia-Romagna, Lazio.”
“Agli albori dell’era dei personal computer e della diffusione dei nuovi sistemi informativi, il 1991 traccia un passaggio importante per la storia di SCAI, con l’entrata nel capitale sociale da parte di SAI. Grazie a questo importante socio industriale, l’azienda acquisisce una struttura più formale e solida, non solo dal punto di vista burocratico ma anche sostanziale; viene definita un’immagine esterna, con un value proposition commerciale in evoluzione.”
“E’ tra la fine del XX secolo e l’inizio del nuovo millennio, con l’avvento delle nuove tecnologie legate alla rete internet e ai sistemi web oriented, che comincia a prendere forma il Gruppo con un percorso di sviluppo sia di natura organica che per acquisizioni. Nel corso degli anni 2000 infatti l’azienda sperimenta una forte accelerazione e intraprende unastrategia di crescita per linee esterne, caratterizzata soprattutto dall’integrazione di realtà che arricchiscono il know-how e l’offering di SCAI. Dopo le prime incorporazioni di piccole realtà aziendali del torinese, la prima vera acquisizione avviene con la veneta Euro CS. “
“Il periodo tra il 2008 e il 2015 rappresenta una fase di forte spinta all’innovazione, sia tecnologica che strutturale. In linea con questa riorganizzazione interna, nel 2010 viene creata la Holding, come entità di coordinamento, rappresentanza e supporto centralizzato alle controllate, ormai presenti in più regioni italiane. Inoltre nel 2013 vengono costituite, a partire dalla struttura interna, SCAI Finance e SCAI Consulting e vengono acquisite Technosphera, Connect, IT Euro Consulting.
“Nel frattempo, l’ingresso di SCAI Lab, con sede in Calabria, rappresenta la prima concreta esperienza grazie alla quale SCAI lavora sui progetti finanziati, incrementando internamente il fabbisogno di un servizio continuativo a supporto di queste opportunità, così come, i bandi di gara e i progetti europei. Per rispondere a queste esigenze, comincia a svilupparsi l’entità della Business Solutions che ad oggi include anche l’unità responsabile delle operazioni di M&A e l’Ufficio Legale.”
“Il 2018 segna un trend di crescita sia dal punto di vista della differenziazione del mercato sia con obiettivi di fatturato. L’acquisizione di nuove aziende (come DOOH.IT, AXOT, SYNTEG, FAST, PUNTOIT) permette di raggiungere i traguardi economici ma anche arricchire il Gruppo con competenze verticali e con elementi fortemente innovativi attraverso una sempre maggiore attenzione al brand e alla comunicazione.”
“L’esordio risale al 1973, a Torino, grazie all’idea e alla competenza di quattro giovani ingegneri, pronti a esplorare il mondo emergente dell’informatica, che ai tempi muoveva i primi passi nell’ambito dei sistemi mainframe.”
“L’originario nucleo aziendale prende il nome di CONSULENZA AZIENDALE PER L’INFORMATICA SCAI e nel 1981, sull’onda dello sviluppo dei primi linguaggi di programmazione e dei nuovi sistemi operativi, diventa ufficialmente SCAI SpA.Fin da subito si configura come una public company ad azionariato diffuso e progressivamente si struttura come un’azienda in crescita dal punto di vista del personale e delle opportunità, grazie all’espansione del mercato e all’affermarsi della civiltà digitale. L’attività, concentrata soprattutto su progetti nel settore finance, si sviluppa a partire da Torino ma anche in altre regioni come Liguria, Emilia-Romagna, Lazio.”
“Agli albori dell’era dei personal computer e della diffusione dei nuovi sistemi informativi, il 1991 traccia un passaggio importante per la storia di SCAI, con l’entrata nel capitale sociale da parte di SAI. Grazie a questo importante socio industriale, l’azienda acquisisce una struttura più formale e solida, non solo dal punto di vista burocratico ma anche sostanziale; viene definita un’immagine esterna, con un value proposition commerciale in evoluzione.”
“E’ tra la fine del XX secolo e l’inizio del nuovo millennio, con l’avvento delle nuove tecnologie legate alla rete internet e ai sistemi web oriented, che comincia a prendere forma il Gruppo con un percorso di sviluppo sia di natura organica che per acquisizioni. Nel corso degli anni 2000 infatti l’azienda sperimenta una forte accelerazione e intraprende unastrategia di crescita per linee esterne, caratterizzata soprattutto dall’integrazione di realtà che arricchiscono il know-how e l’offering di SCAI. Dopo le prime incorporazioni di piccole realtà aziendali del torinese, la prima vera acquisizione avviene con la veneta Euro CS. “
“Il periodo tra il 2008 e il 2015 rappresenta una fase di forte spinta all’innovazione, sia tecnologica che strutturale. In linea con questa riorganizzazione interna, nel 2010 viene creata la Holding, come entità di coordinamento, rappresentanza e supporto centralizzato alle controllate, ormai presenti in più regioni italiane. Inoltre nel 2013 vengono costituite, a partire dalla struttura interna, SCAI Finance e SCAI Consulting e vengono acquisite Technosphera, Connect, IT Euro Consulting. Nel frattempo, l’ingresso di SCAI Lab, con sede in Calabria, rappresenta la prima concreta esperienza grazie alla quale SCAI lavora sui progetti finanziati, incrementando internamente il fabbisogno di un servizio continuativo a supporto di queste opportunità, così come, i bandi di gara e i progetti europei. Per rispondere a queste esigenze, comincia a svilupparsi l’entità della Business Solutions che ad oggi include anche l’unità responsabile delle operazioni di M&A e l’Ufficio Legale.”
“Il 2018 segna un trend di crescita sia dal punto di vista della differenziazione del mercato sia con obiettivi di fatturato. L’acquisizione di nuove aziende (come DOOH.IT, AXOT, SYNTEG, FAST, PUNTOIT) permette di raggiungere i traguardi economici ma anche arricchire il Gruppo con competenze verticali e con elementi fortemente innovativi attraverso una sempre maggiore attenzione al brand e alla comunicazione.”