AIDC, RFID, NFC e Internet of Things

Trasmissione e memorizzazione di dati, Automatic Identification and Data Capture, Internet of Things, tracciatura oggetti. Le tecnologie AIDC – RFID, NFC, codici a barre e QR Code – possono portare alle aziende che li adottano notevoli vantaggi.

Fonte: 05/05/2015, Internet of Things Division, AIDC

Tecnologie AIDC e Internet of Things: campi di applicazione

I campi di applicazione delle tecnologie digitali di identificazione automatica e trasmissione dati – AIDC – sono molti: asset tracking, asset management EPC compliant, tracciatura materiali WIP (work in progress), inventario elettronico, sistemi anti-taccheggio Electronic Article Surveillance (EAS) per retail store, visione real time del personale e controllo accessi (sicurezza), visibilità della supply chain, logistica trasporti e magazzini, segnalazione scadenze materiali deperibili, rotazione magazzino, yard management, gestione imballi riutilizzabili, soluzioni di mobilità (Telepass), carte di credito, bigliettazione elettronica, tracciatura pratiche, e molti altri che prevedono l’utilizzo di smart label.

Scenari futuri: Internet of Things e potenzialità per le aziende

L’adozione su vasta scala, prevista nei prossimi decenni, di tecnologie AIDC in svariate applicazioni, nonché la probabile interconnessione dei dati in un’unica grande rete globale (Internet delle Cose, Internet of Things), aprono nuovi insperati scenari e spazi di mercato dalle enormi potenzialità per le aziende più attente all’innovazione tecnologica e di processo.

RFID, Radio Frequency IDentification

RFID (Identificazione a radio frequenza) è una tecnologia molto flessibile che offre la possibilità di identificare oggetti e memorizzare dati grazie a etichette elettroniche (tag o transponder) che rispondono alle interrogazioni via radiofrequenze di apparecchi elettronici chiamati reader. In sintesi, un tag RFID è in grado di ricevere e di trasmettere via radiofrequenza le informazioni (dati) contenute in un microchip ad un transceiver RFID. Vi è ovviamente un supporto fisico che tiene insieme il chip e l’antenna.

NFC – Near Field Communication

Tra gli ultimi e dalle grandi potenzialità, lo standard NFC (Near Field Communication) consente lo scambio di informazioni anche tra diversi lettori/scrittori a distanza ravvicinata. Quasi tutti gli smartphone sono dotati di questa tecnologia e gli scenari di possibile utilizzo in mobilità sono molteplici, inclusi sistemi di pagamento elettronici alternativi al contante e alle carte di credito/debito (e-payments, mobile payments).

QR Code – “Quick Response” Code

I QR Code, codici a barre bidimensionali a matrice, sono leggibili da smartphone (attraverso apps specifiche) e contengono molte più informazioni di un tradizionale codice a barre. I codici QR sono utilizzati in molti ambiti, come ad esempio nell’ advertising per integrare le campagne tradizionali con contenuti digitali di approfondimento (siti web,video ecc.) e così aumentare l’ engagement e l’interazione con i consumatori o ad esempio per prenotare e “sbloccare” elettronicamente auto a noleggio (gli utenti devono semplicemente fotografare e convalidare un QR Code).

Tecnologie AIDC: tecnologie e soluzioni per le diverse necessità

Non è ancora chiaro quale e se una di queste tecnologie prevarrà, l’IoT – Internet of Things – con oggetti dotati di dispositivi Smart Objects o Cose Intelligenti) , oppure oggetti solo dotati di etichetta e riconosciuti da dispositivi elettronici – smartphone o altri. Per ogni specifica necessità aziendale occorre considerare con attenzione i costi e i benefici delle diverse possibili soluzioni, nonché aspetti organizzativi e processi di business correlati, per operare la scelta migliore e integrarla nei sistemi aziendali. I nostri tecnici supportano le aziende in queste fasi cruciali.


Per saperne di più: : http://www.grupposcai.it/soluzioni/iot-aidc-rfid-nfc-e-track/