Piano Formativo d’Area: percorsi tecnici e soft skills

Dalle ultime versioni dei linguaggi tradizionali Java e Angular, alle tecniche di ingegneria del software come Clean Code Kata e TDD, fino alle preziose e rinomate soft skills: un avvincente percorso di formazione, intrapreso da più di 250 persone del Gruppo Scai, che, tra momenti di apprendimento tecnico e crescita personale, ha delineato un panorama formativo aziendale sempre più ampio e innovativo.

Si è concluso, nel mese di maggio, il PFA (Piano Formativo d’Area), realizzato grazie al supporto dell’ente formativo Progetto Marconi che da tempo collabora con il Gruppo SCAI come partner per potenziare le proprie risorse, offrendo percorsi di apprendimento specifici e mirati.

Il progetto si è svolto nella sede di Corso Tazzoli a Torino e ha avuto una durata di 6 mesi, durante i quali sono stati erogati fino a 8 differenti corsi, per un totale di 180 ore.
Si può parlare di un’esperienza di formazione a 360°, in cui non solo i partecipanti hanno appreso nozioni tecniche fondamentali e di aggiornamento, come quelle relative ai linguaggi di programmazione Java e Angular, ma hanno avuto anche la possibilità di frequentare corsi più ricercati, quali Clean Code e TDD.

All’interno del percorso formativo, è stato dedicato spazio anche alle famose soft skills, ad esempio con il Corso di Gestione dello Stress e sulle tecniche di PNL, altrettanto importanti affinché un professionista unisca le conoscenze tecniche ad una efficiente ed efficace organizzazione del proprio lavoro.

L’iniziativa in oggetto ha coinvolto persone provenienti da 5 diverse aziende del Gruppo (Scai Finance, Scai Consulting, Scai Fast, Scai Innovation e Scai Spa) e ha quindi rappresentato un’occasione di confronto e di avvicinamento tra i dipendenti.
Al fine di assicurare la continuità dei progetti lavorativi e delle attività aziendali in corso, i partecipanti sono stati impegnati per un massimo di 4 ore al giorno, in modo da permettere un adeguato equilibrio tra il momento di formazione e l’attività di lavorativa.

Chi ha avuto l’occasione di partecipare ai corsi PFA si è dimostrato entusiasta di condividere un momento di apprendimento costruttivo. Questo ci ricorda quanto la formazione rappresenti la chiave per l’innovazione e il successo e, soprattutto, un’enorme opportunità per sviluppare ed esprimere il potenziale delle persone, la risorsa più preziosa che ogni azienda possiede.